L'acqua in genere L'acqua in genere

Mostra tutti / Nascondi tutti

fold faq

Cosa distingue un’acqua minerale naturale da altri tipi di acqua?

Perché un‘acqua minerale possa definirsi „acqua minerale naturale” è necessario che vi siano disciolte ogni litro almeno 1000 mg di sostanze solide o 250 mg di anidride carbonica e/o che uno scienziato confermi che in ragione della sua composizione l‘acqua ha effetti positivi sul metabolismo umano. A questo si aggiungono le disposizioni contenute nel Codex Alimentarius dell‘Unione Europea in materia di purezza microbiologica e chimica nonché i severi requisiti fissati in materia di aspetti geologici e fisici.

fold faq

Cosa significa acqua minerale „aromatizzata (flavoured)“?

L‘acqua minerale aromatizzata è ottenuta con l‘aggiunta di sostanza aromatiche (distillati di frutta). Gli aromi sono già disponibili nei gusti limone, arancia e pesca. Alcuni imbottigliatori addizionano l‘acqua minerale di succo di limone o d‘arancia conferendo così alla bibita un aspetto torbido.

fold faq

Cosa si intende per acqua di fonte, acqua da tavola e acqua curativa?

L‘acqua di fonte è un‘acqua naturale per la quale non esiste tuttavia l‘obbligo di essere originariamente pura o di avere effetti metabolici.
L‘acqua da tavola è una miscela di produzione industriale risultante dalla combinazione di diversi tipi di acqua e di determinati additivi ammessi.
L‘acqua curativa naturale possiede effetti curativi, lenitivi e preventivi delle patologie.

fold faq

Perchè e quanto bere?

Istintivamente tutti gli abitanti della terra sono attratti dall’acqua e la identificano con ciò che è vita, crescita e benessere. Questa molecola di diecimila di volte più piccola di un millimetro, costituendo il 60% circa del corpo di un adulto (molto di più nel bambino), è indispensabile per il suo buon funzionamento.

Durante la vita si introducono circa 42.000 litri d’acqua ed i reni eliminano circa 25.000 litri d’urina in cui sono disciolte le molecole di scarto del metabolismo e molte sostanze indesiderate che respiriamo, beviamo e/o mangiamo involontariamente Xenobiotiche).

Una prima buona ragione per bere quel litro, litro e mezzo d’acqua al giorno (un altro litro circa lo assumiamo attraverso i cibi) è quindi quella di mantenere una buona funzione renale ed una seconda buona ragione è quella di contribuire a coprire i fabbisogni di minerali dell’organismo. A chi ama conteggiare le calorie della dieta è bene raccomandare un assunzione di 1 ml di acqua per ogni Kcal assunta(1,5ml nel caso di bambini).

E‘ raccomandabile bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. I soggetti adulti hanno un fabbisogno idrico giornaliero di circa 2,5 litri che viene soddisfatto per la metà tramite l‘assunzione di cibi solidi e per la restante metà tramite il consumo di bevande. Sotto sforzo (per esempio nell‘esercizio di attività sportive o lavorative) e durante il periodo estivo la perdita di liquidi dell‘organismo può oscillare tra i 2 e i 4 litri al giorno.

fold faq

Cosa bere?

Purchè si beva tutte le acque vanno bene, anche quella del rubinetto, ma se si ha a cuore il proprio benessere è bene soffermarsi su alcuni aspetti. Le acque potabili dei nostri acqedotti, derivano sempre più da depositi superficiali (es. fiumi o laghi), più facilmente inquinabili da scarichi di fognatura, piogge acide, diserbanti e pesticidi, infiltrazioni da discariche, gas di scarico autostradali ecc. Il trattamento di potabilizzazione con cloro o derivati, oltre a conferire sgradevoli caratteristiche organolettiche all’acqua, può portare alla formazione di sostanze potenzialmente concerogene trialometani) nel caso in cui le acque provengano da terreni ricchi di torba e quindi di lignina.

La presenza crescente di sostanze come atrazina, benzatone, cianuri, piombo, trielina, cromoesa-valente, nitrati, ecc.impone ai nostri legislatori un continuo aggiustamento dei livelli consentiti, al fine di rendere le acque legalmente potabili. Il trattamento agricolo con concimi monocomponenti, i processi di lavorazione e surgelazione di alimenti e le tante diete di moda, possono comportare un impoverimento di alcuni minerali, magnesio in particolare, che possono essere reintegrati da un adeguata assunzione di acqua con una particolare composizione.

E’ questa la principale ragione che dovrebbe indirizzare verso il consumo di acque minerali specifiche. Tutte le acque potabili contengono sali minerali, ma solo quelle con specifiche composizioni chimiche, per la presenza di particolari sali e/o oligoelementi(sostanze chimiche necessarie al corpo in quantità piccolissima) si fregiano della dicitura di minerali. In Italia sono attualmente presenti 259 tipi di acque minerali, dalle propietà differenti, che sgorgano pure dalle sorgenti.

fold faq

Le acque di San Candido.

L’acqua minerale naturale ”Kaiserwasser” sgorga a 1.323 m, mentre l’acqua minerale naturale ”Lavaredo” a 1.320 m. La purezza di queste acque, può essere constatata dal consumatore già dalla lettura dell’etichetta che riporta, a differenza della maggior parte delle acque in commercio, il livello di radioattività espresso come Radon. Per mantenerne inalterate le caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche per circa 1 anno, vengono confezionate in bottiglie di vetro (contro i 5-6 mesi dei derivati plastici). È consigliabile non esporre l’acqua alle radiazioni solari dirette. Le acque delle fonti di S. Candido sono particolarmente indicate durante la stagione estiva, perchè molto dissetanti a causa della ricchezza in sali minerali. In Italia le acque con questa caratteristica sono 62 su 259.

« Indietro